Castles.info - Castelli

Castles.info : Castelli : Italia

Castello di Bardi - Emilia Romagna

Fortezza inespugnabile che domina il borgo di Bardi, la struttura si erge su un grande blocco di roccia tipica della zona (il diaspro rosso) a picco sul torrente Ceno, con il risultato di dominare completamente la valle, la quale merita anch’essa di essere visitata. Il castello si trova a circa 60 km da Parma.

Struttura del castello: questa rocca è uno dei rari esempi di complesso fortificato medioevale giunto fino al presente in ottimo stato di conservazione. Le imponenti mura e le torri con sale anguste e buie (si veda la ‘sala delle torture’) racchiudono un camminamento che giunge ad un cortile interno sul quale si affacciano sale affrescate.
Recenti restauri hanno consentito il recupero e l'apertura al pubblico di molte sale: magazzini, stalle, camminamenti di ronda, torri di guardia e residenza signorile.

Storia: le origine del castello sono datate attorno al 900; fino al XII secolo il castello è proprietà dei Conti di Bardi. Alle metà del XIII secolo passa di proprietà del crudele Signore Ubertino Landi, la cui casata vi regna fino al XVI secolo in un periodo funestato da battaglie. Nel XVII secolo la fortezza assume aspetto quasi definitivo, con le aggiunte da parte dell’ultimo principe (Federico II) di affreschi nelle sale e soffitti ‘a cassettone’, opere d’arte (delle quali si conserva una pala del Parmigianino) e una libreria. Alla fine del XVIII passa ai Borboni, poi ai francesi e agli austriaci nel XIX secolo, periodo di decadenza del castello che culmina nel 1868 nella sua trasformazione in prigione.

Pittori: Parmigianino.

Musei: Museo della Civiltà Valligiana.

Come si raggiunge: l’auto è il mezzo più comodo per raggiungere Bardi: sull’autostrada A15 Parma-La Spezia, uscire a Fornovo, quindi proseguire per circa 35 km sulla provinciale Parma-Bardi.

Visitabile: Sì. In marzo, aprile, maggio, ottobre: sabato dalle 14.00 alle 18.00, festivi dalle 10.00 alle 18.00; in giugno e settembre: feriali dalle 14.00 alle 19.00, festivi dalle 10.00 alle 19.00; in luglio e agosto: tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00, nei festivi fino alle 20.00; in novembre: sabato dalle 14.00 alle 17.00, festivi dalle 10.00 alle 17.00.

Ingresso: ¤ 5,00

Tour: visite guidate a cura dell’Associazione Diaspro Rosso: tel 0525 71626 - e-mail: info@diasprorosso.com

Eventi: mostre temporanee a tema, eventi fantasy e giochi di ruolo, rievocazioni e cene storiche – visitare il sito web dell’associazione che gestisce il castello (Diaspro Rosso).

Leggende e fantasmi: al castello è allestita una mostra di fotografie realizzate per mezzo di una sofisticata ‘termocamera’ che documentano le apparizioni del fantasma di Morello, capo d’arme che si suicidò buttandosi dal castello seguendo la sorte dell’amante segreta (Soleste, la figlia del castellano), la quale compì il tragico gesto convinta che Morello fosse morto in battaglia.

Sito web: http://www.diasprorosso.com/

© 2004-2005 Castles.info - Information about the castles, castle hotels and travel service